• 0
    Il tuo carrello è vuoto

Quale videocamera comprare: guida ai migliori modelli

Quale videocamera comprare: guida ai migliori modelli

10/08/2017

Oggi giorno non è facile scegliere una videocamera dal momento che viviamo nell'era degli smartphone, capaci di effettuare videoriprese ad alta qualità da ogni punto di vista. Tuttavia ci sono circostanze che richiedono la qualità e il livello di dettaglio di una vera e propria videocamera, progettata e realizzata esclusivamente per questo uso. Naturalmente non è una scelta riservata ai soli professionisti. Esistono infatti anche videocamere collocate in fasce di mercato più basse che possono soddisfare ampiamente le richieste del video amatore. Dunque vediamo in dettaglio quali sono le caratteristiche tecniche da tenere in considerazione per scegliere la videocamera più adatta alle proprie richieste.

La sensoristica

Il primo componente da tenere in considerazione per l'acquisto di una videocamera è senza dubbio il sensore, cioè quell'oggetto che trasforma la luce in un impulso elettrico e, collaborando con l'obbiettivo, cattura l'immagine. Esistono principalmente due tipi di sensori. I cosiddetti CCD (Charge Coupled Device) molto costosi, sono utilizzati dalle videocamere professionali e permettono di avere una maggiore qualità e luminosità. Invece i CMOS (Complementary Metal Oxide Semiconductor) sono inferiori a livello di qualità ma si rifanno ad un consumo di energia molto inferiore. Ecco perché molte videocamere montano i CMOS invece che i CCD.

Più mega pixel non significa migliore videocamera

Uno dei più grandi errori che commettiamo è giudicare una videocamera dai suoi mega pixel. I mega pixel non sono altro che il numero in parti, appunto pixel, in cui è suddivisa la foto che noi effettuiamo. Quindi maggiore sarà il numero di pixel, maggiore sarà il livello di dettaglio con cui registriamo le nostre foto. Ma la stessa cosa non vale per i video! Infatti ci dobbiamo basare sulla grandezza del sensore perché più esso è grande, più cattura luce, e quindi maggiore sarà la possibilità di realizzare immagini migliori. Inoltre un altro parametro che va a braccetto è la risoluzione. Non andate al di sotto del Full HD 1920x1080 pixel perché sono ormai lo standard minimo offerto da ogni casa produttrice.

Fps

Gli fps sono i fotogrammi per secondo, cioè la sequenza di immagini che la videocamera registra in un secondo per comporre l'animazione del video. Ci sono gli standard 24 fps che sono tipici del cinema, poi i 30 fps e 60 fps utilizzati dalle action-cam, le quali permettono una fluidità di immagine non indifferente, ideali per riprese sportive. Alcune videocamere permettono anche delle riprese a 1000 fps, nel caso si vogliano registrare degli slow-motion, cioè riprese "alla moviola".

Qualità audio

L'audio non è un parametro secondario. Di solito i microfoni standard montati sulle videocamere non sono di altissima qualità per cui quando effettuiamo delle riprese in luoghi particolarmente rumorosi rischiano di andare in saturazione, dando quell'effetto disturbato e poco nitido dell'audio. Per effettuare queste riprese è consigliato l'uso di microfoni esterni che possono essere posizionati anche a piacimento, migliorando la qualità dell'audio finale.

Batterie

Le principali batterie per videocamere sono di tipo NiMh, Nicd o Li-Ion ma il parametro importante da vedere sono i mAh. Più mAh ha la nostra batteria più sarà la sua durata. Naturalmente, un settaggio adeguato dei parametri di ripresa, come qualità, risoluzione, fps e luminosità, permettono un'ottimizzazione dell'autonomia della batteria.

Argomenti

Prodotti correlati


Sei un rivenditore?