Come aprire un tablet Samsung

31/07/2018

Come aprire un tablet Samsung


L'apertura di un tablet, necessaria per il cambio della batteria, non è un semplice operazione ma neanche impossibile e con qualche piccolo accorgimento potrete procedere tranquillamente. Innanzitutto è necessaria tanta concentrazione, massimo impegno ed avere la giusta attrezzatura di supporto.

In primo luogo è fondamentale posizionarsi davanti al tablet in un ambiente assolutamente tranquillo che non vi distolga dal vostro obiettivo e valutare preliminarmente se l'apparecchio è ancora in garanzia. In caso di risposta affermativa è bene ricordarsi che l'apertura effettuata senza l'ausilio dell'assistenza fa decadere la garanzia per cui caso si riscontrassero dei danni questi non sarebbero più coperti dalla casa madre. Lo stato della garanzia è facilmente riscontrabile dalla data di acquisto apposta sullo scontrino o sulla fattura.

Passiamo al kit per lo smontaggio composto da piccoli cacciaviti, pinzette, pulsanti di aspirazione, sollevatori di metallo, apriscatole, strisce adesive ed il plettro.

Passiamo alle fasi operative. Per prima cosa è necessario spegnere il dispositivo e rimuovere eventuali pellicole o cover di protezione. Successivamente è bene togliere la sim utilizzando le apposite pinzette. Mi raccomando è bene operare su una superficie completamente pulita, illuminata e piana. Per poter effettuare l'operazione principale possiamo tranquillamente informarci su internet leggendo i vari passaggi sulle guide articolate per ogni modello Samsung e se proprio resta qualche dubbio un valido ausilio è dato anche dal sito di assistenza on line della casa madre. Tra le informazioni base è bene ricordare che sarebbe opportuno lavorare con guanti e con occhiali di protezione. 

Aperto il vano della microsd e staccate delicatamente le linguette che tengono unite la mascherina allo schermo del tablet, troveremo la batteria unita a dei connettori che dovranno essere rimossi unitamente alla protezione. Ultimo passaggio è quello di rimuovere le viti che racchiudono la batteria e procedere eventualmente alla sostituzione della stessa. In caso di sostituzione della batteria è necessario procedere per la nuova collocazione e provvedere con l'operazione al contrario ossia rimontare le viti ed i connettori, bloccarli e reinserire la plastica di protezione.

Infine è bene riposizionare la maschera superiore al tablet con quella anteriore avendo cura di farli aderire perfettamente. Come ultimo accorgimento è necessario assicurarsi che la nuova batteria sia messa sotto carica, una volta scarica, per almeno 12 ore in modo da garantire una maggiore durata.

Con questi brevi passaggi abbiamo dato delle piccole informazioni per poter procedere alla sostituzione della batteria in modalità fai da te sperando di aver chiarito dubbi e perplessità.